di  -  lunedì 23 novembre 2009

Si sa, per essere una superstar ci vuole un fisico bestiale. Sempre inseguiti da fan a caccia di autografi e paparazzi in cerca dello scoop, della notizia sensazionale. Senza contare lo stress di esibirsi di fronte a migliaia di persone, con lo stress da palcoscenico, e le invidie e le falsità dei presunti colleghi, e così via. Una vitaccia.

Sì, ci sono anche dei non trascurabili aspetti positivi ad essere una superstar ma a che prezzo. Poi da quando ogni telefonino è anche una macchina fotografica, se non una videocamera, le cose sono ulteriormente peggiorate per i nostri eroi. Sei per strada, un attimo di distrazione, una debolezza, e vieni subito immortalato in situazioni che avresti preferito evitare. Ed il peggio è che oggi in un niente queste immagini finiscono in rete, e via con il passaparola.

volo

Per dire, un tempo un cantante come Vasco Rossi, se pure cadeva rovinosamente sul palco, il danno non era poi così grave. Tra gli spettatori distratti, quelli troppo euforici ed esaltati e quelli troppo lontani dal palco per accorgersene, con un po’ di fortuna, se ne sarebbero accorti in qualche migliaio appena, ed il giorno dopo, al massimo avrebbe citato la notizia qualche quotidiano locale.

Bastava evitare di inserire la scena nel dvd del tour, e negli anni la memoria di quell’increscioso episodio si sarebbe perso. Chissà quante volte è successo in passato e non lo sappiamo.

Invece oggi, ai concerti ci sono migliaia di persone che riprendono dai propri cellulari, e se una superstar cade rovinosamente sul palco, come è capitato a Vasco Rossi a Caserta, va su YouTube prima ancora che il concerto sia finito.

Capite com’è difficile la vita di una superstar oggi? Dover sopportare di essere deriso da quel nutrito gruppo di invidiosi, gentaglia, e poi i giornalisti, che trasformano per un errore di battitura, una “caduta sul palco” in una ancor più rovinosa “caduta dal palco”.

Ma per fortuna la nostra superstar il fisico bestiale ce l’ha, cosa volete che cambi per la gloria di un artista che è entrato nella storia della musica italiana, un insignificante passo falso? Ecco perché Vasco risponde a quegli invidiosi proprio da YouTube, con superiorità e noncuranza li saluta con un semplice gesto, dimostrando che non se l’è presa per niente.

10 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    D
     scrive: 

    “Capite com’è difficile la vita di una superstar oggi?”

    Porelli… scende una lacrima sul viso, a me come a tutti quelli che non sanno come arrivare a fine mese, combattuti ogni giorno tra il cadere nel baratro della miseria o in quello della disonestà per tirare a campà.
    Fuori dal mondo dorato dello spettacolo è pieno di gente che farebbe volentieri a cambio, anzi sarebbe disposto a cadere dal palco decine di volte al giorno se questo significasse non cadere altrove.

  • # 2
    FdC
     scrive: 

    Forse D. non coglie che questo appuntodigitale è permeato di ironia, su quanto sia “stressante”, cioè, la vita di chi guadagna milioni nello show business.
    O forse sono io che ho capito male? :-(

  • # 3
    D
     scrive: 

    Il dubbio m’era venuto ma sempre meglio sottolineare perchè qualcuno potrebbe veramente pensare che è una tragedia se il cantante di turno si fa la bua.

  • # 4
    Markingegno (Autore del post)
     scrive: 

    Confermo l’ironia benevola del post ;)

  • # 5
    Don Luca
     scrive: 

    …e intanto, ironia o meno, nel giusto o nel torto, c’è chi non perde mai l’occasione per far polemica… :(

  • # 6
    D
     scrive: 

    no va bene, non ti tocchiamo il blasco così la prossima volta che vai a spendere 80 euro per un biglietto lo fai senza ombre di dubbi vari, d’accordo ?

  • # 7
    N3m3s1s
     scrive: 

    Povero……gli anni si fanno sentire…che peccato…il vasco che vi sforzate di chiamare BLASCO…è finito circa 10 anni fà…quello che vediamo adesso è solo un cocainomane bruciato dall’età, e nel tempo stesso si sforza di essere giovane…con la convizione che la genrazione attuale lo fili. Dovevi romperti anche il dito medio…nella caduta. Buffone! Spazio ai giovani talenti!!! Via la carne vecchia!(scusate lo sfogo)

  • # 8
    GB
     scrive: 

    x neme (non foglio fare un discorso d’età) ma il Vasco “sballato e RockStar dell’eccesso “è finito da 16/18 anni ;)

    è stato il mio primo concerto avevo 13anni ora sono a quota 35 lo ho visto alle Capannine di Jesolo (il locale ha cambiato nome 10 volte nel tempo) x meglio precisare nel parcheggio del locale hanno fatto il concerto.

    Battutina alla Homer….MITICO, quando hai quell’età ti sembra di poter spaccare il mondo in due se tiri un pugno assestato come si deve al suolo;)

    Un consiglio spassionato ascoltati i primi 10 album e raccolte che meritano e (a mio avviso) lascia stare il resto

    Dalle ultime interviste il Vasco sembra sempre + “mio padre”

    ciao

  • # 9
    Giacomo
     scrive: 

    Faceva più bella figura a non replicare.. se poi si ritirasse a vita privata a godersi la pensione, invece di ostinarsi a fare il superggiovane, farebbe ancora meglio.

  • # 10
    mede
     scrive: 

    poverino, poverino, poverino. mi dispiace così tanto che sia rimasto vittima della sua stessa fama e del suo pubblico pagante. ha fatto proprio bene a rispondere come un vero signore. la gente dovrebbe imparare a comprare i dischi, a pagare i merchandising, poi pagare per andare a vedere i concerti e a stare zitta.
    internet è la vera vergogna di questa società. internet rende la vita impossibile a questi poveri e indifesi anziani, che hanno speso una vita per salire su un piedistallo e rischiano di cadere perchè ripresi mentre si scaccolano fuori da un bar. questi video infami li danneggiano togliendogli la fama… non è giusto, chiudiamo internet!

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.