di  -  giovedì 13 dicembre 2007

Lo scorso fine settimana sono stato a Roma; girando per il centro avevo l’impressione di essere Pieraccioni ne Il Ciclone, quando gira per casa con il telefonino per cercare il segnale. Solo che nel mio caso, in mano tenevo il palmare, ed il segnale che cercavo era quello di una rete wifi aperta.
Alla fine una l’ho trovata, ma che fatica. Me la sarei risparmiata, forse, se prima avessi consultato le mappe di Fon, ma non sempre è possibile sapere in anticipo quando si avrà bisogno di una connessione ed in che posto ci si troverà in quel momento. Le cose potrebbero andare diversamente in un prossimo futuro, e non solo a Roma.

A Pordenone , ad esempio, dove, a partire dal 19 dicembre prossimo dovrebbe essere attivo il wifi comunale in tutta la zona del centro. Per collegarsi i cittadini dovranno solo aver attivato la carta regionale dei servizi.

Trastevere wifi A Roma in particolare in zona Trastevere, dove FON, community per la condivisione della connessione senza fili, annuncia il progetto “Trastevere Wifi “.

A Milano, dove il progetto “Wireless Castle”, che riguarda Parco Sempione, anticipa il più ampio “Milano Wireless” che mira alla copertura dell’intero territorio cittadino con migliaia di hotspot, di cui circa quattromila dovrebbero essere installati nell’arco del primo biennio.

Questi alcuni esempi delle ultime iniziative a favore del wifi free, nelle città d’Italia. Speriamo che facciano da apripista per molte altre, e che si arrivi presto a considerare il wifi un servizio al cittadino, come la viabilità ed il verde pubblico. Il nostro sostegno potrebbe consistere nel dare loro visibilità, per quello che possiamo; segnalaci nei commenti iniziative analoghe intraprese nella tua città.

2 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Francesco
     scrive: 

    carissimi,

    Abito in Estonia, paese nello sperduto nord, al confine con Lettonia e russia, nonche’ davanti alla Finlandia.
    E da questi ultimi abbiamo “copiato” il modello di sviluppo.
    Qui si sviluppa Skype (ci lavorano un sacco di miei amici, ambiente tipo google, frigoriferi pieni di bibite, sale giochi, ambiente relax etc etc),qui si vota gia’ via internet (con carta di identita’ elettronica e lettore del chip, che danno in omaggio alle persone anziane per non farle spostare) qui c’e’ gia’ una rete wimax che copre tutta tallinn.
    Ogni bar, ristorante, stazione di benzina, e altro luogo pubblico, hanno reti libere per connettersi al wireless (il mio ufficio per esempio riesce a “prendere” la rete del salone di bellezza del palazzo di fianco, ovviamente senza password.

    Nel mio palazzo ci sono almeno 15 connessioni wireless, oltre alla nostra, alcune protette, altre no.

    tutti, gli studenti hanno il laptop, e basta andare in uno dei luoghi suddetti per verificare.

    ora hanno messo il wireless pure sui treni (che sono comunque un’eredita’ dell;Urss, quindi la cosa e’ abbastanza ridicola), e sugli autobus piu’ nuovi (ma si pagha 1 euro per 24 ore).

    L’Italia e’ lontana anni luce, e si ode da lontano solo il blaterare dei politici inetti che la governano….

    Francesco

  • # 2
    Markingegno (Autore del post)
     scrive: 

    [ironic mode ON]
    Si, ma noi abbiamo il sole, il mare e.. il digital divide!
    [ironic mode OFF]

    Speriamo che le cose migliorino.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.