di  -  giovedì 13 dicembre 2007

WikipediaIeri sera in un grande negozio di elettronica mi è cascato l’occhio sul DVD di Wikipedia. Magari ero l’unico che non ne conosceva l’esistenza, ma non credo: per quelli che hanno fatto la faccia stupita come me, dico che è uno dei due progetti volti a portare l’enciclopedia libera anche offline.

A me la cosa sembra un paradosso. Prima di tutto perché wikipedia è una “cosa” informe e sempre in crescita, e oggi su un DVD ci sta ma domani non è detto. Ma soprattutto perché per produrlo è necessario per forza di cose fare una fotografia dei contenuti ad una certa data (in questo caso maggio 2007), mandando a imperitura memoria anche gli errori. Se la differenza vi sembra sottile, vi dirò che online un articolo me lo posso rivedere a distanza di giorni e trovarlo variato in modo anche sostanzioso, ma se l’unica wikipedia cui ho accesso è su un dvd…

In secondo luogo – nonostante mi sembri un tentativo lodevole e un modo sacrosanto di raccimolare denariper la Wikimedia Foundation – produrre un dvd di quel tipo significa ammettere la sconfitta nella lotta al digital divide delle infrastrutture di rete. La montagna che va da Maometto farà contento Maometto, ma non le altre montagne che la devono imitare o gli amici di Maometto che non ricevono visite. Io vedo wikipedia come una specie di “servizio universale” al pari del telefono: con tutti i suoi errori e gli scandali reali o presunti è un patrimonio enorme del genere umano. Si potrebbe cavalcare la teoria per cui avere accesso a wikipedia è necessario quanto il telefono (che ricordo, Telecom è costretta a portare ovunque per legge). Se ce la servono su un dvd, imprecisa, mozzata e aggiornata a 6 mesi prima questa teoria è un po’ più debole. Sarebbe piuttosto meglio se la diffusione di internet si facesse ancora più permeante ed economica, cosicché il prossimo dubbio da dirimere tramite wikipedia possa essere sciolto agevolmente navigando da un cellulare o tramite un hot spot wifi.

8 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    rubberick
     scrive: 

    Approvo in pieno la tua visione dei fatti… la stessa microsoft ha dovuto passare encarta online per potersi difendere =D il futuro e’ nella rete…

  • # 2
    josorrentino
     scrive: 

    Dillo a chi non và a più di 28.8….

    Giustamente l’optimum stà nell’on line, ma non sempre è possibile. Piuttosto sarebbe meglio una in’istallazioen locale dal DVD e poi un aggiornamento on line solo delle differenze da fare ogni tanto…

  • # 3
    Miki
     scrive: 

    La Wikipedia offline nulla toglie a quella online, ci sono casi particolari in cui è utile, certo interesserà solo una piccola parte degli utenti Wikipedia, ma perché negare loro questa possibilità?

    Se avessimo fatto discorsi del tipo “o il meglio o niente” in altre occasioni, non avremmo per esempio l’ADSL, soluzione di ripiego rispetto all’ideale e costosa fibra ottica.

    —————————

    [QUOTE]
    nonostante mi sembri un tentativo lodevole e un modo sacrosanto di raccimolare denariper la Wikimedia Foundation”
    [/QUOTE]

    Non serve a tale scopo:

    da http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:DVD
    [QUOTE]
    Editore: EXA – http://www.exaspa.it/
    Prezzo al pubblico: 9,99 €
    1 € a copia viene corrisposto a Wikimedia Italia e Wikimedia Foundation come royalty per uso di marchio e logo
    [/QUOTE]

    In pratica quell’euro che EXA da Wikipedia è per far credere a te e agli altri potenziali acquirenti che quello è il CD della Wikimedia Foundation, normale merchandising.

    Ma potresti benissimo pure tu masterizzare wikipedia su tanti cd, venderli anche a caro prezzo, e persino diventare ricco grazie a wikipedia senza corrispondegli nemmeno quell’euro a copia, basta che rispetti le poche regole della licenza GNU Free Documentation License, fra cui non usare il suo marchio per promuovere il CD.

  • # 4
    XSonicFromTexas
     scrive: 

    Caro Tampu, Wikipedia è anche scaricabile in vari formati, tra cui un formato per TomeRaider, un lettore di eBook per Windows Mobile. Sì, quindi Windows Mobile. Ho Wikipedia sul mio “cellulare”, per il quale non ho voglio di pagare per una connessione ad internet.

    E comunque non condivido questa tua opinione.
    Non è certo Wikipedia che influisce su Telecom e quindi non vedo come queste possibilità (DVD e database scaricabile) possano cambiare questa situazione. Considera che non tutti hanno la necessità e la possibilità economica di avere internet 24h.
    Ed ancora: c’è anche chi ha una 20Mb a casa ma viaggia con il portatile. Perchè dovrebbe (stra)pagare una connessione dati gprs/umts/hspda per avere accesso al sapere?
    Hot-Spot wifi non ce n’è comunque sia, Wikipedia offline o no.

    Una possibilità in più, perchè “criticarla”?
    Sarebbe bello (ma impossibile) avere la possibilità di scaricare il database di Google, quello si che sarebbe straordinario. (beh? a volte trovo quello che di cui bisogno solo guardando tra i risultati di ricerca)

  • # 5
    Tambu (Autore del post)
     scrive: 

    stai ribaltando il mio discorso: mi dici che “siccome non tutti possono avere internet continuamente va bene wikipedia offline”. Io invece dicevo “sarebbe meglio avere tutti internet ovunque piuttosto che wikipedia offline”.

    Lo so anche io che non è wikipedia a far cambiare idea a Telecom, il senso del discorso (wikipedia è solo un esempio) è che se invece di pressare per avere internet sempre e ovunque la gente si scervella per portare offline le cose, è un po’ una sconfitta e il digital divide resterà sempre.

  • # 6
    Mauro
     scrive: 

    Concordo con Tambu.
    Portare Wikipedia offline è già una sconfitta a priori, indipendentemente dagli scopi o dalle falle che si vuole/si tenta di tappare.
    Wikipedia nasce, vive e pulsa sul web e solo su di esso trova il suo vero spirito.

  • # 7
    Stefano
     scrive: 

    l’idea non è male, sarebbe ottimo se si sviluppasse una sorta di software-enciclopedia aggiornabile minuto per minuto online. Ti faccio un esempio: compro/scarico il dvd, lo installo; e da quel momento in poi, quando si collega ad internet, aggiorna prima le informazioni che ho cercato (ad esempio se ho fatto una ricerca su Einstein) avvertendomi dei cambiamenti, poi aggiorna il resto. Magari tutto ciò tramite connessioni Peer2peer in modo da non intasare i server wiki. E questo si che è Avere e Condividere informazioni.

  • # 8
    nino
     scrive: 

    Secondo me Wiki offline è una gran cosa per chi non ha modo di disporre di una connessione Internet adeguata, e purtroppo in Italia spesso succede.
    Si parla di Wiki “mozzata” a sei mesi prima… ma quali enciclopedie possono vantare un aggiornamento così recente? Se uno dovesse acquistare un’enciclopedia, sia essa cartacea o digitale, dovrebbe aggiornarla almeno annualmente per sapere di avere le informazioni più recenti. Se dovessi scegliere tra avere info di Wiki aggiornate a 6 mesi fa e un DVD di una qualsiasi enciclopedia digitale, preferisco di gran lunga Wiki, perché credo sia l’unica enciclopedia dove riesco veramente a trovare tutto quello che mi serve.
    Si parla poi di fallimento nel portare questa enciclopedia su DVD.. Sinceramente non penso questo, nel senso che la forza di Wiki è e sarà sempre il Web, dove è nata e si sta sviluppando, di certo non i supporti ottici, che tuttavia fanno un favore a chi, ripeto, non ha internet a disposizione, quindi a che pro non favorirla?

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.