di  -  martedì 14 luglio 2009

Una nuova legge ci sta venendo nuovamente e silenziosamente imposta: porrà ogni cittadino esprimente il proprio pensiero attraverso la rete, a rischio di denuncia e soggetto a pesanti ed in molti casi insostenibili multe costringendo di fatto gli utenti ad una censura preventiva.

Oggi, sia in piazza Navona a Roma che attraverso la rete, si sta levando una protesta in nome del rispetto dei diritti fondamentali che ci dovrebbero essere garantiti.
eve online

E’ notizia di pochi giorni fa di un nuovo caso di scam  nel mondo di EVE Online, un MMO di origine Islandese.

EVE si caratterizza per essere un MMO sandbox, ovvero un luogo virtuale dove i giocatori interagiscono con una serie di infrastrutture messe a disposizione dagli sviluppatori e dove l’economia, i rapporti politici, le guerre e tutto ciò che riguarda i rapporti fra giocatori vengono creati e gestiti dai giocatori stessi (talvolta con una piccola ‘spinta’ da parte della CCP Games).

Altra caratteristica importante di EVE è di essere un mondo unico supportando più di 50000 utenti online contemporaneamente.

La pubblicazione di EVE risale al 2003 ma ha mantenuto costante e, spesso migliorato, le caratteristiche di simulazione economica che si sono venute a create all’interno del gioco. Ciò ha portato a dare un valore non indifferente alla moneta interna (gli ISK) creando a tutti gli effetti una nuova valuta non riconosciuta ufficialmente dagli enti economici mondiali.

Consci dell’importanza dell’economia all’interno di un gioco dove la produzione, gli scambi e le compra vendite sono il perno attorno a cui gira un gameplay la CCP Games ha assoldato un team di economisti che costantemente seguono e studiano gli andamenti di mercato, aggiustando tramite piccoli accorgimenti gli andamenti economici del mondo di EVE in modo che l’economia non collassi a causa dei gold seller costantemente presenti all’interno di qualsiasi gioco online di una certa importanza.

Proprio per questo motivo stanno diventando sempre più frequenti i casi di scam: l’ultimo risale ad inizio Luglio quando un giocatore dietro nick “Ricdic” e CEO di una importante banca del mondo di EVE denominata EBANK ha improvvisamente prelevato circa l’8% dei fondi presenti nel deposito in quel momento. Dopo aver venduto l’ammontare, quest’ultimo gli ha fruttato circa 3500€.

Se non li avesse venduti per valuta reale non avrebbe avuto ripercussioni ‘legali’ di alcun tipo all’interno di EVE (se non essere perseguitato da una moltitudine di creditori imbestialiti) invece, proprio per questo motivo, è stato espulso dal gioco vista l’infrazione degli agreement che vietano esplicitamente la vendita di alcunché per soldi reali.

Ora la domanda da porsi è se sia giusto permettere questo tipo di ‘imbrogli’ senza che abbiano una ripercussione di qualche genere nella vita reale. In questo genere di giochi esiste il concetto di lavoro e di fatica e di vendita dei prodotti risultanti: basti pensare alla bolla Second Life dove veniva esplicitamente permesso lo scambio di valuta virtuale (i Linden Dollars: L$) per valuta reale. In quel caso, se qualcuno avesse rubato un file con migliaia di modelli 3D utilizzabili in gioco e li avesse venduti ad un’azienda concorrente probabilmente avrebbe avuto conseguenze legali.

2 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Ilruz
     scrive: 

    Ha prelevato l’8% e basta? se avesse gestito oculatamente il resto del capitale, l’8% gli rientrava in fretta – forse lo hanno semplicemente “messo sotto controllo” da un GM che ha notato l’attivita … o qualcuno ha riportato un post su ebay, va a sapere.

    I goldseller sui giochi online sono sempre presenti, in alcune nazioni (es: cina), l’attivita’ e’ vista anche di buon occhio … e’ un modo come un’altro di sfruttare la pigrizia decadente del capitalismo :D

    Io invece che combattere il fenomeno, cercherei in qualche modo di regolamentarlo: l’attivita’ di banchiere credo sia il secondo mestiere piu’ antico del mondo, impossibile da eliminare del tutto.

  • # 2
    roby
     scrive: 

    su EVE vendere isk per soldi veri è vietato.

    Per il resto, ingame uno con gli isk può fare quello che vuole, non c’è stato nessun “furto”

    infine, EVE è il gioco che combatte nel modo migliore l’isk selling, perchè si possono scambiare isk con mesi di gioco legalmente, disincentivando moltissimo l’isk selling su ebay (presente si ma assai meno e a prezzi molto più bassi (minor guadagno))

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.