di  -  mercoledì 5 dicembre 2007

Da Wikipedia: “L’arco elettrico o arco voltaico è un fenomeno elettrico in cui la tensione elettrica presente tra due elettrodi supera il limite di rigidità dielettrica di un gas e innesca una scarica, con formazione di plasma e conduzione di corrente elettrica. A differenza di una normale scarica elettrica, l’arco elettrico ha la caratteristica di persistere indefinitamente nel tempo fintanto che viene mantenuto il flusso di corrente”

Se le mie penose nozioni di fisica non m’ingannano, ci troviamo dinanzi ad un arco elettrico capace di arrostire un pollo delle dimensioni di un sommergibile.

Inutile domandarsi a che pro sia stato scatenato il fenomeno, che probabilmente ha assorbito elettricità sufficiente per coprire il fabbisogno annuale del Guatemala. Di certo ricorda alcuni armamenti visti finora nei videogiochi e, come nel caso del Railgun di Tambu , non è detto che prima o poi non lo ritroveremo come arma portatile.

Si tratterà allora solo di scegliere a quale nemico terrestre o extraterrestre, affidare la parte di Stroggs (i cattivoni della serie Quake, che da un decennio a questa parte vengono polverizzati da orde di accaniti gamers).

4 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    roberto
     scrive: 

    Ciao

    l’arco non è stato provocato volontariamente, il macchinario che si vede nel video è un sezionatore, serve a scollegare una linea di alta tensione dal resto della rete..

    probabilmente la resistenza dell’aria tra i due contatti era talmente bassa da permettere la formazione e il mantenimento di un arco elettrico

  • # 2
    andrea
     scrive: 

    Cerca meglio e troverai diversi filmati di switch da diversi kv. Pensavi che la corrente fosse “trasportata” per decine/centinaia di km a 230V? :D

  • # 3
    Larsen
     scrive: 

    in realta’ a me ricordano di piu’ le bobine di tesla…
    http://en.wikipedia.org/wiki/Tesla_coil

  • # 4
    Ilruz
     scrive: 

    E’ un normalissimo sezionatore per alte tensioni – il fatto che non avesse i “corni” alle estremita’, e’ sufficente per generare quel fenomeno … tra l’altro ASSOLUTAMENTE da evitare, dopo poche aperture/chiusure il sezionatore si danneggia e lo devi cambiare.

    L’azienda dove lavoro installa oggetti del genere, quegli archi sono da evitare, e ci sono molti accorgimenti per non generarli, perche’ rovinano le estremita’, dove ci sono i contatti.

    http://www.trainzitaliafoto.com/showphoto.php/photo/19771/size/big/cat/604/limit/recent

    Questo e’ un piccolo sezionatore a corna: durante l’apertura del sezionatore l’aria si ionizza per l’alta tensione, e forma un vortice d’aria che spinge l’arco verso l’alto. L’eventuale arco DEVE salire lungo le “corna” e disperdersi in alto. Se si scaricasse sui contatti del sezionatore, rischierebbe di bruciarli, o peggio ancora di fonderli, danneggiando l’apparecchio.

    Mia modesta opinione, a quelli del filmato poi se li sono bevuti :D, o l’impianto e’ fatto con il cu!o, oppure stavano cazzeggiando o e’ una sovratensione non voluta.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.