di  -  martedì 12 maggio 2009

Apple Ricicla

La Apple ha recentemente deciso di avvicinare gli studenti alle problematiche legate all’e-waste. Come? Dando la possibilità a tutte le scuole americane di riciclare apparecchiature elettroniche in maniera del tutto gratuita e senza nessun tipo di obbligo nei confronti dell’azienda di Cupertino.

Tutte le scuole possono potenzialmente partecipare all’iniziativa; si può consegnare alla Apple vecchi apparecchi di qualsiasi marca e modello (non solo Apple quindi), senza dover comprare, come a volte capita, nulla in cambio.

Cosa può essere riciclato?

La lista presente nel sito ufficiale indica esattamente quali sono i prodotti che rientrano nel progetto e comprende: Computer, monitor, portatili, stampanti, fax, scanner, lettori ottici, hard-disk, TV, video registratori, proiettori, cavi, tastiere e mouse.

Questa operazione presenta alcune limitazioni così riassumibili:

-La scuola deve avere almeno 25 pezzi da riciclare per poter partecipare.
-Bisogna registrarsi prima del 31 luglio (la raccolta verrà fatta entro il 31 agosto).
-Tutti i dispositivi consegnati devono essere impacchettati come richiesto sul sito.

Come dichiarato dalla Apple, gli hard-disk verranno ridotti alle dimensioni di confetti e tutto il progetto di eliminazione dell’e-waste raccolto verrà effettuato esclusivamente all’interno degli USA.

Un’altra iniziativa davvero molto interessante; ancora un altro segnale positivo per l’e-waste. Ma in Italia? [direi che possiamo farci vecchi – ndr]

3 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Paganetor
     scrive: 

    i rifiuti sono una risorsa incredibile… il fratello di un mio collega ha messo in piedi una azienda che recupera quasi tutti i materiali dalle auto rottamate (e sminuzzate) per rivendere il tutto come materia prima.

    L’e-waste contiene parecchi metalli preziosi come rame e oro: a maggior ragione, un riciclaggio ben fatto rappresenta non solo una grande potenzialità economica, ma anche una cosa “buona e giusta” nei confronti dell’ambiente ;-)

  • # 2
    rob
     scrive: 

    In Italia ci sono altre aziende che offrono lo stesso servizio
    come http://www.ritirohardware.com

  • # 3
    Paganetor
     scrive: 

    quella azienda vuole un minimo di apparati, dei quali almeno il 50% funzionanti, e prevede in alcuni casi il pagamento per lo smaltimento.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.