di  -  martedì 24 marzo 2009

Nell’appuntamento settimanale con i visitatori del sito dell’Unione Europea, Viviane Reding, commissario delle telecomunicazioni nell’UE ha affrontato il problema della portabilità del numero telefonico.

Una questione di grande importanza in quanto permette l’aumento della concorrenza a favore del mercato e dei consumatori. E come molto spesso accade l’Italia è passata per la pecora nera.

“In alcuni paesi europei, bisogna aspettare davvero molto per ottenere il trasferimento da un operatore all’altro. Se siamo in Irlanda o a Malta questo è possibile in un giorno. Ma se ad esempio siamo in Polonia o in Italia, dobbiamo attendere rispettivamente, in media, 38 e 15 giorni.” Ha dichiarato la Reding che ha poi proseguito definendo “inaccettabile una situazione del genere, in quanto non è permessa la competizione a cui l’Europa aspira”.

Inoltre neanche la Reding capisce quale sia il problema in quanto ritiene che “attualmente il limite di un giorno per il cambio di portabilità è tecnicamente possibile per tutti i paesi europei”.

Non mi sorprendo molto di quanto emerso da questo studio, ci sarebbe anche da parlare di: digital divide, infrastrutture vecchie, tariffe spropositate rispetto ad altri paesi europei occidentali, una quasi totale assenza di offerte flat per il settore mobile… Ma forse chiedere di risolvere questi problemi a politici che si compiacciono di essere tecno-ignoranti o che spendono 58 milioni di euro per un portale nazionale (italia.it), è davvero troppo.

7 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    D
     scrive: 

    In parole povere per spostare un numero da telecom a fastweb quanti secoli ci vogliono ?

  • # 2
    Banjo
     scrive: 

    Mah, non l’avrei mai immaginato che siamo la pecora nera d’Europa!
    (Esiste ancora qualcosa di negativo in cui non siamo la pecora nera?)

  • # 3
    floc
     scrive: 

    mah. io ho appena fatto la portability da ti ma wind (causa tariffe dati business folli di tim), contanto di provare un mesetto a la ricaricabile e se soddisfatto del servizio passare a contratto. dopodomani (salvo casini, sgrat :P) dovrei gia’ essere wind, 7 giorni, giusto il tempo per tim di chiamarmi facendomi offerte idiote sulla fonia fissa… se davvero la cosa finisce dopodomani posso anche chiudere un occhio, una settimana non mi sembra cosi’ fuori dal mondo come tempistica, fossero questi i problemi :)

  • # 4
    maumau138
     scrive: 

    @D
    Grossomodo un paio di reincarnazioni e dovresti avere il numero nuovo.

    Comunque a me la cosa che fa incazzare più di tutto è che se è possibile farlo a Malta e in Irlanda, dovrebbe essere possibile farlo anche da noi; ma noi le cose buone degli altri paesi non le prendiamo.

  • # 5
    Jacopo Cocchi
     scrive: 

    Ci ho impiegato circa 3 settimane due primavere fa per passare da Telecom a FW.
    E’ il problema dell’ultimo miglio. Un fardello che ci portiamo dietro dalla SIP e tutto sommato seppur odioso lo posso comprendere.
    Quello che NON capisco e che è secondo me ingiustificabile è il ritardo nella portabilità degli operatori mobili.
    E lì oltre alle multe dell’AGCOM a testimoniarlo è palese che non ci sia un sano mercato competitivo.
    Non voglio parlare di cartello anche se dopo le mosse delle società post-decreto Bersani sono univoche ma è chiaro che il mercato è tutt’altro che sano.

  • # 6
    Alessio D.D. Fans Club ITA
     scrive: 

    ANDREA (studente, 21 anni):
    Un anno fa sono passato dalla Telecom alla Vodafone per usufruire di alcune tariffe molto interessanti. Il tempo necessario è stato di circa 3 settimane durante le quali sono stato massacrato dalle operatrici telefoniche della Telecom che tentavano di “recuperarmi” offrendomi nuove tariffe.

    MONICA (studentessa, 20 anni):
    Anche io nel passaggio da TIM a Vodafone ho dovuto combattere per settimane con quelle ….. della TIM. Nonostante le mandassi ripetutamente a prendersela in ….. quelle non rinunciavano.

    HELMUT (impiegato, 22 anni):
    Die notwendige Zeit zum Wechsel von telefonischer Gesellschaft ist von etwa 5 Tagen in Deutschland. Italien wie es ist immer zum letzten Platz in Europa. Ich werde von der Tatsache überzeugt, die den zweiten Weltkrieg ohne die Italiener besiegt hätten. Hallo.

    STEFANO (agente assicurativo, 20 anni):
    Non sono d’accordo con i miei amici. Pochi mesi fa sono passato dalla Telecom alla Vodafone. Tempo necessario: 6 giorni.

    FABIANA (colf, 19 anni):
    Beato te! Io sono stata più sfortunata… Il tempo necessario è stato di circa un mese (27 giorni). Però a differenza di Andrea e Monica non sono stata contattata dalla Telecom.

    Da parte di tutto il Fans Club:

    VAI ALESSIO! SEI IL MIGLIORE! (OVER THE TOP)

  • # 7
    Francesco
     scrive: 

    Piccolo record: da TIM a WIND (business) 5 giorni!!!
    (sono un ragazzo fortunato,ma questa é un’altra storia….)

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.