di  -  giovedì 19 febbraio 2009

Dopo fiumi di ottime “prime impressioni”, Windows 7 riceve una prima doccia fredda, relativamente al DRM.

Un test riportato da Slashdod, sembra infatti dimostrare che l’OS agisce molto più attivamente di quanto mai prima, per bloccare comportamenti ritenuti fraudolenti. La considerazione discende da alcune prove eseguite sulla beta, consistite rispettivamente nell’uso di una DLL modificata, al fine di impedire a Photoshop di riproporre la sua schermata di registrazione, e nel test con alcuni programmi in grado catturare l’audio del computer.

Cerchiamo di vederci chiaro.
Nel caso di Photoshop, il rimpiazzamento della DLL, oltre a causare la cessazione della funzionalità dell’applicazione ha provocato secondo l’autore del test:

  • la disattivazione dell’applicazione, dopo che la stessa si è inserita senza alcuna nota nella exception list del firewall (fin qui non vedo nulla di nuovo/strano, non sarà un crack andato a male?);
  • in seguito alla modifica della DLL, il blocco dell’accesso all’intera cartella che contiene le impostazioni locali, il blocco in scrittura della DLL stessa; l’impossibilità, dopo averla sbloccata con SW di terze parti, di copiare la cartella e la disabilitazione del permesso “consenti a chiunque” sulla cartella (il che è in effetti piuttosto strano);

Per quanto concerne l’applicazione di cattura audio, l’autore ha riscontrato che l’audio del PC è molto degradato quando il sistema riscontra l’esecuzione di un programma di cattura (il test è stato condotto usando Grooveshark), rispetto a quanto accade con XP.

È vero che lo stesso Vista aveva compiuto notevoli passi in direzione DRM, e che il lupo perde il pelo ma non il vizio, ma attenderei ulteriori dettagli e prove meglio documentate, prima di far partire il flame.

A fronte di questa mancanza di dettagli, mi pare tuttavia estemporanea la rassicurante lettura che Ars Technica dà alla vicenda, riconducendola senza tema di errore, e soprattutto senza alcun ulteriore approfondimento, al vecchio adagio del “va di moda sparare a zero contro MS”.

Terremo le orecchie dritte per ulteriori notizie al riguardo: ho l’impressione che questo sia solo l’inizio di una lunga diatriba.

32 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    mike
     scrive: 

    Cito solo questo commento:
    http://tech.slashdot.org/comments.pl?sid=1130241&cid=26881641

    So an idiot used a pirated DLL to get rid of a nagging screen and somehow this means Windows 7 has draconian DRM. Jesus Christ…I meant to say, fucking idiots. Being in bed with RIAA? What sound card? what drivers? what the fuck?

  • # 2
    sirus
     scrive: 

    Io questo lo chiamo FUD!
    Molto bello l’articolo su ZDNet Blogs http://blogs.zdnet.com/hardware/?p=3554 in risposta a questa notizia patacca riportata su Slashdot.

  • # 3
    Rouge
     scrive: 

    Quoto Mike.

  • # 4
    Marco
     scrive: 

    Sinceramente l’unico programma che mi ha dato problemi è nero9. X il resto snceramente nessun problema.

    PS: uso UAC a livello minimo.

  • # 5
    Rouge
     scrive: 

    … e anche sirus :-)

  • # 6
    Phire
     scrive: 

    con vista (e di conseguenza con Seven) la gestione del tempo di calcolo assegnata ai processi è cambiata parecchio rispetto a xp (chi ha detto che aero è l’unica novità di rilievo?); allo stesso tempo, le applicazioni multimediali scritte per Vista sono in grado di andare a registrarsi in una particolare chiave di registro al fine di ottenere una priorità più elevata nell’utilizzo del processore, questo fa si che qualora il pc si trovasse ad eseguire operazioni di calcolo gravose, la riproduzione di, ad esempio, un mp3 non vada ” a singhiozzo”. Forse il programma scritto per xp non semplicemente non usa questa feature e la macchina stava eseguendo altri compiti cpu intensive?
    I DRM già in vista funzionavano assicurandosi che nessun Driver (si, perché lavora a livello di kernel) non certificato (quindi virtualmente creato per infrangere i DRM) sia in esecuzione nel momento in cui un contenuto multimediale protetto viene riprodotto (su vista 32, su vista 64 non possono essere caricati driver non certificati a meno di avviare il sistema in modalità di test, cosa che di fatto impedisce la riproduzione di tali contenuti). Il fatto che cambiata una dll il sistema si sia “chiuso” la vedo una cosa piuttosto positiva (ammesso ovviamente non si trattasse di un crack farlocco) dato che tale comportamento è facilmente riconducibile all’esecuzione di malware…

  • # 7
    Felix
     scrive: 

    Non ci sono problemi, basta che sia una cosa nota e documentata e non nascosta che si scopre a windows comprato e installato,
    cosi al momento di valutare il passaggio lo metterò sul piatto della bilancia…

  • # 8
    floc
     scrive: 

    e spiegatemi cone 7 abbia potuto riconoscere una dll di photoshop come artefatta… e su dai mica avra’ dentro l’hash di tutte le dll regolari del pianeta :)

    per carita’ io sono il primo a sparare su ms ma questo mi sembra fud della peggior specie :P

  • # 9
    mike
     scrive: 

    Felix: lo capisci che l’omino di slashdot ha scritto un mucchio di vaccate o no?

  • # 10
    Phire
     scrive: 

    dipende se la dll è firmata o meno (non uso prodotti adobe e quindi non posso neppure verificare), certo potrebbe anche essere che la dll fosse stata modificata non solo per aggirare al registrazione…
    (attenzione, sto dando per appurato che il comportamento rilevato è veritiero e non una banale trovata per cercare di screditare Seven)

  • # 11
    Mister24
     scrive: 

    Queste prove mi sembrano un po’ campate in aria.

    Per quanto riguarda l’audio: i driver sono stabili? ricordiamoci che è una beta e quindi sono possibili numerosi bug, siamo sicuri che l’applicazione usata sia compatibile con Windows 7 e Vista? Dice soltanto che su XP funziona.

    Per quanto riguarda la dll mi sembra strano che una piccola modifica abbia scatenato tutto questo. Molto probabilmente Seven ha identificato il tutto come un tentativo di qualche malware o più semplicemente è un bug.

    Queste cose vanno verificate quando si ha tra le mani la versione stabile di un prodotto. Una beta per definizione è instabile e piena di bug.

  • # 12
    Tom
     scrive: 

    E anche se fosse vero, mi sembra completamente lecito che si abbiano dei problemi nel craccare photoshop, o rippare la musica.
    Oppure ormai la pirateria è una feature di Windows?

  • # 13
    Mister24
     scrive: 

    A Tom:
    Il problema è un po’ diverso, non è compito del sistema operativo controllare che non si compiano azioni illegali.
    Anche perché come può saperlo? Se invece di un mp3 volessi registrare il filmino delle mie vacanze? Anche questo è illegale?

  • # 14
    Felix
     scrive: 

    mike: Questo l’abbiamo capito tutti… ma tu hai capito il senso del mio messaggio?!? MS può inserire tutte le limitazioni che vuole (in questo caso mi riferisco al presunto degradamento delle registrazioni audio), basta che siano reso pubbliche affinché io consumatore posso decidere se ne valga la peno o meno!

  • # 15
    floc
     scrive: 

    @phire: anche con la firma non vedo come la cosa possa funzionare:

    -7 accetta solo dll firmate -> non e’ vero.
    -photoshop fa un check sa il il diavolo dove sulle proprie dll -> legittimo, ma e’ colpa di chi ha fatto il crack se non funziona un tubo

    in entrambi i casi la cosa non torna insomma

  • # 16
    Kersal
     scrive: 

    Se volete una lettura in Italiano in merito:
    http://aovestdipaperino.com/posts/a-volte-ritornano.aspx

    Cmq, per l’autore del post:
    Ma se è chiaro per tutti che quell’articolo è FUD, perchè lo riporti ?
    Insomma tu sei un tecnico tanto quanto noi e quindi sai perfettamente che quanto scritto in quell’articolo è per lo meno “leggerino”, e allora perchè lo fai tuo?

  • # 17
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    @ kersal
    Semplicemente perché prima di concludere che sia tutto FUD voglio vederci più chiaro, e nel frattempo la notizia la riporto con tutti i dubbi che desta.
    Vorrei farti notare che il post da te linkato prende sì posizione sulla questione ma, come già quello di Arstechnica che ho linkato, non porta alcuna nuova evidenza. Semplicemente si accoda allo sciame di critiche già in atto.

  • # 18
    Phire
     scrive: 

    @mister24 in realtà invece è proprio il sistema che si occupa di verificare che non ci siano driver in grado di intercettare i contenuti protetti durante la riproduzione, la cosa non si applica al filmino delle vacanze in quanto quello non incorpora sistemi di protezione.
    @floc, la mia era un’idea e nulla più. Tecnicamente è fattibile, se poi questo è implementato oppure no non lo so. Il fatto che sembrerebbe che il ssitema si fosse chiuso a riccio dopo la modifica mi aveva fatto ipotizzare una cosa del genere, tutto qui.

  • # 19
    D
     scrive: 

    “voglio vederci più chiaro”

    Il tizio che ha scritto quel post su slashdot era evidentemente in malafede e chi gestisce il sito, preso com’è dal doversi attaccare ad ogni cosa pur di danneggiare windows e magari elevare in qualche modo linux, invece di prendere la cosa con le pinze ha voluto fare lo scoop a tutti i costi.

    Ebbene l’ha fatto: slashdot è appena diventatola barzelletta della rete, un altro sito (in passato valido, quanto meno interessante) che ha perso di valore.

  • # 20
    mike
     scrive: 

    @Felix: La degradazione audio probabilmente è dovuta a driver buggati usati dall’omino. Seven adotta lo stesso stack audio di Vista, quindi anche lì l’accusa non regge in piedi.

  • # 21
    Io
     scrive: 

    Sveglia gente!!! non c’è solo windows…è con questo ho detto tutto…

  • # 22
    FrAnKHiNrG
     scrive: 

    Io non mi preoccupo, pertchè dubito che, dopo la catastrofica esperienza di Vista, quelli della Microsoft si possano permettere di perdere anche un solo altro punto percentuale di utenza desktop.
    E inserire tutte queste “protezioni” allontanerebbe molti possibili clienti dall’acquisto di Windows 7, reindirizzandoli su Linux, Mac o, perchè no, sull’ancora ottimo e moderno windows xp

    Su su, ti sfido M$ mettile ste cose che cosi ci si diverte un pò :D

  • # 23
    SteveJK
     scrive: 

    Il post 21 di “Io” [19/02/09 – 14.42] se possibile, andrebbe cancellato per stupidità. Non capisco che c’entri l’esistenza di sistemi operativi diversi con la notizia riportata da Alessio. È la tipica risposta da fanboy (indipendentemente se della mela mozzicata o del pinguino seduto).

    A parte questo, credo comunque che la notizia non sia la fine del mondo. Crack sbagliato, incolla il file originale e provane un’altro.

    Credo comunque che MS sia in un certo senso obbligata dalle softwarehouse a creare delle protezioni/migliorarle per favorire la diffusione dei programmi sul proprio sistema operativo.

    Faccio un esempio: se io, softwarehouse, so che producendo un programma per il S.O. “X”, è incraccabile, non vedo perché devo crearlo o renderlo compatibile con “Y” se so che “Y” è craccabilissima (ci perderei soldi nel produrre un prodotto “gratis”).

  • # 24
    Notty
     scrive: 

    ho vista da ormai mezzo anno.. la ultimate 64.. problemi con il sw originale non li ho mai avuti.. ho anche photoshop e altri prodotti adobe.. oltre a office etc..

    non mi sono mai preoccupato di cosa succede se tento di craccare sw illegale e se il mio vista mi impedirebbe di farlo…

    sul sw originale vista non ha mai fatto niente.. quindi se seven si comporterà in modo uguale sarà il mio prossimo OS..

    se un pirata si è lamentato che non riesce a far funzionare versioni craccate su sistemi in fase di beta testing.. beh :-D … hehe..

  • # 25
    Jacopo Cocchi
     scrive: 

    la notizia è stata criticata anche da OSNews che certo non si può definire un “fiancheggiatore” di Microsoft anzi si è sempre distinto per aver dato spazio (come indica alla fine il nome stesso) a molti progetti alternativi open source o meno.
    http://www.osnews.com/story/21002/Resorting_to_FUD_Hurts_the_Alternatives_to_Microsoft

    “The one about the “local settings” folder is also interesting, as it shows a clear lack of knowledge on Windows: Windows Vista and Windows 7 do not have a “local settings” folder”

    “The stereo mix functionality is probably part of the official drivers that the user did not install. However, since we don’t know what card, nor what drivers he used, we’re in the dark here.”

    “It won’t be a surprise to learn that it doesn’t contain any more DRM than Vista does, and as we all know by now (well, “all” as in people who actually use Vista), that DRM is irrelevant.”

    E a proposito di FUD:
    “When it comes to bashing Microsoft, it seems that any old canard will do; facts are strictly optional”

    “it’s sad that various anti-Microsoft advocates have to resort to tactics that they blame Microsoft of: fear, uncertainty, doubt. There are various users on OSNews who stoop just as low as Slashdot did yesterday, and that’s sad.”

    “Resorting to FUD hurts the alternatives to Windows and Microsoft”

    Quest’ultima affermazione trovo sia molto puntuale. Dare addosso ad un competitor utilizzando questi mezzucci non fa altro che fomentare il clima da fondamentalismo religioso che spesso alimenta l’Open Source e che danneggia proprio l’Open Source.

    Thom Holwerda si dimostra ancora una volta uno degli osservatori più imparziali ed acuti del panorama internazionale.

  • # 26
    D
     scrive: 

    “Quest’ultima affermazione trovo sia molto puntuale. Dare addosso ad un competitor utilizzando questi mezzucci non fa altro che fomentare il clima da fondamentalismo religioso che spesso alimenta l’Open Source e che danneggia proprio l’Open Source.”

    Ammazza, finalmente c’è qualcuno dall’altra parte della barricata che l’ha capita… Oramai non ci speravo più…

  • # 27
    Jacopo Cocchi
     scrive: 

    “Ammazza, finalmente c’è qualcuno dall’altra parte della barricata che l’ha capita… Oramai non ci speravo più”

    Barricata?
    Non è mica una guerra.

    In ogni caso la tua risposta dimostra come quanto questa sia vera.
    Tra i sostenitori dell’Open Source quelli che non ne fanno una questione politico-ideologica ma puramente pragmatica sono tanti; il problema è che poi chi finisce per rappresentare il movimento sono proprio i più oltranzisti che si ergono a priori contro determinati marchi.
    Il che fa una pessima impressione soprattutto per chi non mastica poi moltissima Informatica, si avvicina a determinati argomenti e vede sparate come quella dell’utente.
    Insomma invece di fare buona pubblicità si ottiene l’effetto contrario.
    Questo voleva sottolineare Thom

  • # 28
    2Fiori
     scrive: 

    Mah, a leggere un pò in giro mi sa che davvero era solo una sparata. Anche perchè implementare il drm in maniera così aggressiva in una beta mi sembrerebbe strano, sebbene sia un componente che debba essere testato anch’esso.

    @ Jacopo Cocchi
    Io preferisco senza dubbio i moderati della comunità free sotware, ma tu considera pure che tanti non si ‘ergono a priori’, come hai scritto: molte persone ci sono arrivate in maniera coscienziosa (che poi si sia d’accordo o no è altro discorso)

  • # 29
    Jacopo Cocchi
     scrive: 

    Ma infatti sono assolutamente d’accordo.
    Cioè sono di più quelli che hanno fatto determinate scelte perché rispondono a proprie (soggettive) soggettive e non ne fanno un discorso ideologico.
    Il problema è che questi ultimi, in minoranza, sono i più “rumorosi” e quelli che rischiano di rovinare la reputazione anche degli altri utenti e sviluppatori, rendendo poi di fatto meno credibili i software alternativi, che in diversi casi hanno poco da invidiare gli alter-ego closed.

  • # 30
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    Così come gli avvocati talebani e non richiesti di qualunque causa ne rovinano la reputazione: vale per MS, Apple, PS3, Xbox etc etc

  • # 31
    Jacopo Cocchi
     scrive: 

    ma sicuramente…

    gli estremi, soprattutto se di parte e politicizzati non fanno mai bene; in particolare nell’Informatica, che è una scienza ed un mondo estremamente pragmatico, dove non c’è spazio per le fazioni e le tribù (se si ha in mente una visione di dialogo e progresso…se si vuole giocare agli indiani e cowboy allora è un altro discorso)

  • # 32
    urza
     scrive: 

    la dll è stata chiaramente modificata per saltare la procedura di registrazione: molti crack contengono infatti dll modificate ad hoc per aggirare quel blocco.
    resto dell’idea, comunque, di floc: windows dovrebbe avere una lista degli hash di tutte le dll di tutti i programmi.
    purtroppo :); un fud: ma i sistemi ficcanaso con drm a me proprio non piacciono.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.