di  -  lunedì 22 dicembre 2008

oxiteAll’inizio di Dicembre Microsoft ha rilasciato, un po’ in sordina, la sua piattaforma di blogging Open Source Oxite , ancora in fase Alpha ma liberamente scaricabile ed utilizzabile.

Oxite è un vero e proprio content management system capace di gestire anche siti editoriali complessi, spingendo il prodotto oltre il semplice blog.

La notizia mi ha lasciato molto perplesso essenzialmente per due motivi. Il primo è che il mercato mi pare decisamente ricco di affermati e solidi competitor, al notissimo e diffusissimo WordPress (usato sia in soluzione hosted che SaaS), si affiancano le soluzioni di Movable Type (che ha reso gratuito MovableType per usi non commerciali) e una miriade di altri servizi SaaS che sono usati dagli utenti meno esperti, come Blogger e lo stesso Live Spaces di Microsoft.

Il secondo motivo di grande stupore è dato dal fatto che Oxite è una applicazione ASP.NET, il che la “condanna” a non poter funzionare con la stragrande maggioranza degli hosting linux, oltre ad apparire poco golosa a chi ha già acquisito esperienza su Linux ed affini.

A vederla così, come primo impatto, quella di Oxite appare una battaglia persa in partenza, anche se la forza commerciale ed economica di Microsoft potrebbe spingere il prodotto più lontano di quanto si pensi.

Oxite può inoltre essere visto come un prodotto di nicchia interessante, dato che il suo punto di debolezza legato ad ASP.NET potrebbe diventare un punto di forza in certi ambienti.

Quel che è in ogni caso interessante notare, e che si era già notato in passato, è l’attenzione che Microsoft sta dimostrando di avere riguardo il mondo dei new media e di tutti i fenomeni partecipativi sulla rete.

Non dimentichiamoci infatti che proprio nei prossimi mesi vedrà la luce il primo (serio) social network targato Microsoft: live.com

9 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Dario Solera
     scrive: 

    Le cose sono andate un po’ diversamente. Oxite è nato come esempio di applicazione completa basata sul nuovo framework ASP.NET MVC (a sua volta ancora in beta). E’ stata un’iniziativa quasi privata di un dipendente Microsoft, che non ha mai avuto l’approvazione dei piani alti ma che ha guadagnato molto “momentum” in breve tempo. Il punto è che molti criticano la qualità del lavoro, in particolare in merito al fatto che dovrebbe essere un esempio di “best practice” e che nei sorgenti ci siano esattamente zero test (situazione interessante dato che il pattern MVC dovrebbe facilitare il testing). E’ stato “assunto” Rob Conery per rifare quasi da zero il progetto per renderlo più appetibile da un punto di vista puramente tecnico: http://blog.wekeroad.com/blog/oxite-refactor-take-1/

    Per il resto, francamente non mi sembra che ci fosse bisogno di un altro CMS/blog, a meno che non abbia feature degne di nota **per l’utente finale**, tenendo conto che non è da tutti installare e gestire un’applicazione del genere. Vedremo.

  • # 2
    mario
     scrive: 

    ma è mai possibile che microsoft debba fare qualunque cosa riguardante la tecnologia?

    non si può solo concentrare su far uscire buoni OS? al posto di quelle ciofeche del tipo w98 o vista?

    no e…

    bah

  • # 3
    Jacopo Cocchi
     scrive: 

    E’ vero. Per usare lo stesso ragionamento io proporrei una regola alle varie aziende, limitiamo i prodotti della filiera.
    Ad esempio, la Ferrari perché perde tempo a fare capi di abbigliamento, si concentrasse solo sui motori e magari vincerebbero il Mondiale al posto della McLaren.
    Mario…ti prego…ti-pre-go…:)

  • # 4
    Sanghino
     scrive: 

    In realtà un progetto open e free su piattaforma .NET già esiste da molto tempo. Non è direttamente sviluppato da MS ma fa parte degli “Starter Kit”: sto parlando di BlogEngine.NET.
    Bisogna anche sottolineare che nel caso di BE.NET non è limitante la tecnologia adottata in quanto con il framework MONO è possibile utilizzare il CMS anche su piattaforme diverse da Linux.
    BlogEngine.NET vanta un’attiva community italiana ed il progetto è ospitato sulle pagine di CodePlex. Ovviamente non stiamo parlando di un CMS con livelli di diffusione altissimi … ma le persone che effettuano download sono veramente tante.

    Saluti

  • # 5
    kliffoth
     scrive: 

    Veramente la Ferrari ha vinto il mondiale
    non il titolo piloti…ma quello serve a poco: i dividendi li danno in base alla classifica costruttori

    e poi a me da tifoso Ferrari (e non di massa, barrichello lauda o chi sia) interessa vinca l’auto

  • # 6
    Pino
     scrive: 

    WordPress ha il grande limite di essere scritto in php.
    Ben venga un’alternativa scritta con un linguaggio decisamente migliore.

  • # 7
    Lignano Sabbiadoro
     scrive: 

    Ma esistono altri blog in asp tipo wordpress?

  • # 8
    boots
     scrive: 

    ordpress ha il grande limite

  • # 9
    Andrea
     scrive: 

    Per chi desidera un CMS che sia realmente una spanna agli altri, segnalo che in Russia dal 2001 (quando è uscito .NET) ho incominciato e porto avanti un CMS dal nome CMS ASP NET che è un gioiello per le tecniche innovative implementate: Nei test ha una velocità 10X rispetto a qualsiasi CMS che utilizza i database, ha integrato un forum proprietario con caratteristiche uniche, è l’unico CMS nativo per creare un network si sito web con domini differenti (con una sola installazione può gestire infiniti siti web con nomi domini differenti, e template differenti), è nativo multi lingua, funziona in maniera incredibilmente veloce anche con i server più lumacosi ed è virtualmente indistruttibile (sempre online, un muletto che non darà mai problemi, funziona sempre anche su sistemi di hosting precari), ha funzioni che gli altri ancora non hanno come per esempio gli EXIF dinamici messi sulle immagini, o la generazione dinamica dei contenuti in PDS, è stato il primo applicativo web ad implementare i feed RSS, ha un sistema di cache ad oggetti che non è la mera copia di un testo xhtml, ha delle librerie sui perla gestione dei file.
    Tra le features vi sono implementate tecniche SEO rivoluzionarie (tutti dicono che il loro CMS ha le SEO features, ma il mio è anni luce avanti rispetto a tutti): Per chi fosse interessato può vedersi le mie lezioni video del CORSO SEO pubblicato qui: http://www.guruoffuture.com (nelle lezioni seo è specificato l’indirizzo dove prelevare il CMS che è gratuito e distribuisco con il sorgente).

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.