di  -  martedì 16 dicembre 2008

Ogni appassionato di tecnologia e nello specifico di Internet sogna di poter entrare negli uffici di Google. Un azienda che ha fatto dell’efficienza e della creatività dei propri dipendenti un punto di forza.

Anche se proprio ieri ci siamo occupati dei tagli  che Google sta facendo alla voce “spese quasi-inutili” e gli uffici di bigG sono noti per essere un esempio di frivolezze, che noi italiani possiamo solamente sognare.

Grazie a TheBigMoney possiamo entrare in uno degli uffici di Google, per la precisione uno dei quartieri generali, situati nella 76 Ninth Avenue a New York. La parola d’ordine è comunque organizzazione, vedere per credere.

E le vostre impressioni quali sono?

9 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Al3xG
     scrive: 

    “Make your own sandwich”… :-D

    Comunque ambienti di lavoro cosi, in Italia, possiamo solo sognarli…

  • # 2
    AndreaG.
     scrive: 

    …anche produttività così elevate ce le possiamo sognare…

  • # 3
    ~FullSyst3m~
     scrive: 

    In Italia ci sogniamo molte altre cose oltre alla produttività che hanno in Google e gli ambienti di lavoro paradisiaci

  • # 4
    stefano odorico
     scrive: 

    Bisogna comunque fare attenzione, la struttura è molto bella ma…non si vedono i dipendenti.

    È di oggi infatti la notizia delle condizioni lavorative in Amazon:

    http://www.corriere.it/cronache/08_dicembre_16/amazon_lavoro_sfruttamento_74f8fcc2-cb78-11dd-839f-00144f02aabc.shtml

  • # 5
    Elvis is God
     scrive: 

    La mia impressione è che lì non si fà niente, sono tutti in monopattino o col caffettino :-)!

  • # 6
    Agramante
     scrive: 

    Gente…la fabbrica della Ferrari…quello è un posto di lavoro con i fiocchi, altro che scooter e mensa gratuita ;)
    Prima di sparare tavanate informatevi, la fabbrica Ferrari è considerata l’ambiente di lavoro migliore d’Europa.
    Capannone trasparente, temperature controllate, tutto all’insegna della mania del più piccolo particolare…per non parlare della parte che fabbrica che si occupa di fare interni.
    E anche questa come fatturato è messa bene ;)
    Inoltre non dimentichiamo che come industrie in italia non mancano industrie di successo, dal campo automobilistico, appunto, al campo alimentare. Credete che la Barilla fatturi 2 soldi? Esporta in ogni angolo del mondo il marchio.
    Dai, non svalutiamo sempre il nostro paese a prescindere.

    E non ditemi che ci sono i precari, e gli operai della fiat o i lavoratori alitalia.
    Quelli non mancano neanche in america, e francamente, con la attuale crisi economica, ce ne sono ben più in america che in Italia…pensate solo alla crisi che ha rischiato di far chiudere Ford e GM (con marchi correlati)…ragazzi, al momento l’Italia è uno dei paesi ancora meno colpiti dalla crisi

  • # 7
    battagliacom
     scrive: 

    Sono d’accordo con Agramante soprattutto sull’ultimo punto in cui dice che l’Italia non è stata ancora colpita dalla crisi.
    Secondo me la crisi ha colpito gli italiani più ricchi che avevano investito soldi all’estero e coloro che hanno grandi società. Gli italiani come i commercianti o i lavoratori pubblici non hanno ancora risentito della crisi

  • # 8
    unoqualsiasi
     scrive: 

    Io ho avuto la fortuna di visitare la sede di Google in california e di fare un tour all’interno. Dire che è stupendo è poco: non so che tipo di contratto viene offerto ai dipendenti e se siano sfruttati, ma sembravano tutti molto allegri. Inoltre lavorano in gruppi di 4-5 persone al massimo, e tutti hanno abbastanza spazio per lavorare in tranquillità.
    Il googleplex dispone di piscine, palestra, campo da beach volley, ristoranti, servizio barbiere, tavoli da biliardo, giochi vari…
    E’ un ambiente parecchio stimolante, e da quello che ho capito alla società non interessa il tuo orario lavorativo, quanto il fatto che vengano raggiunti i risultati nei tempi e modi previsti: infatti c’era gente che lavorava e gente che nel frattempo giocava…

    A mio avviso un ambiente così è decisamente stimolante, ma chi ci lavora rischia di venire assorbito totalmente dall’azienda, quasi alienandosi dal mondo esterno. Alla fine, tra lavoro e divertimento, perchè mai si dovrebbe lasciare il Googleplex? C’è persino il cibo…

    Quando ho raccontato questa storia a persone italiane ho ricevuto la stessa risposta da quasi tutti: “ma che azienda è se stanno sempre a lavorare, questa non è serietà. Voglio proprio vedere che concludono se passano il tempo a giocare”. Infatti, si vede come non fanno nulla in Google…

  • # 9
    Fabio
     scrive: 

    Anche in Italia esistono realtà di questo genere, date un’occhiata alle aziende H-Farm e E-Tree ad esempio, non saranno a livelli di google ma l’ambiente di lavoro è veramente ottimo.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.