di  -  martedì 30 settembre 2008

Vincitore e perdenteSe il mondo fosse facile, dopo una notizia come quella che sto per darvi potremmo dire “ah-ah! i pezzi del puzzle stanno andando a posto!”, invece il mondo di solito è parecchio più complicato di quanto uno riesca a pensare.

Ad esempio, il fatto che questo nuovo brevetto di Google veda la luce della diffusione sui media solo pochi giorni dopo la presentazione di Android potrebbe far pensare che sia stato tenuto nascosto da Marzo 2007 fino ad oggi… e perché no? potrebbe anche essere così, perché come al solito è un’idea banale ma rivoluzionaria, ma ho il sospetto che non sia nemmeno una piccola parte del “piano”. Sto parlando dell’AdWord al ribasso delle telefonate da cellulare.

In una richiesta di brevetto depositata mesi fa sulla base dell’idea di un dipendente, Google ipotizza un sistema di aste istantanee per determinare a quale network collegarsi, in quello che a prima vista dovrebbe tradursi in un vantaggio per il consumatore. Il cellulare opera una richiesta, ad esempio “devo fare un accesso a internet in 3G” piuttosto che “devo fare una telefonata intercontinentale”, e le reti rispondono riportando il miglior prezzo per quel servizio, eventualmente con offerte al minuto o flat.

A quel punto il cellulare opera autonomamente la scelta, oppure l’utente seleziona manualmente il servizio che ritiene più vantaggioso a prescindere dal costo.

Esattamente come nel servizio AdWord (e in tutti quelli della concorrenza) una parola chiave viene “messa all’asta” e venduta al miglior offerente, in questo caso l’utente mette all’asta il suo bisogno di comprare un servizio e riceve offerte al ribasso atte ad accaparrarsi la sua capacità di spesa.

In questo modo non si sarebbe legati a un solo operatore per effettuare le telefonate (mentre la SIM e il numero, immagino, si) e i vantaggi sarebbero abbastanza evidenti.

Come dicevo in apertura, è abbastanza facile fare due più due e pensare che Google aveva già in mente tutto questo quando ha deciso di scendere in campo nel settore della telefonia mobile. Considerando il numero di telefonate e connessioni cellulari mondiale, e il fatto che sicuramente Google offrirà una qualche piattaforma ai gestori per implementare questa funzione – o comunque avrà un guadagno marginale da ogni asta portata ai carrier – il business è evidente, e anche molto redditizio.

E’ però altrettanto evidente che se hanno aspettato diciotto mesi prima di far trapelare questa notizia possiamo davvero aspettarci molte altre sorprese. Questa in realtà è ancora una richiesta di brevetto, ma sognare non ci costa nulla e spesso non si va molto distante dalla realtà.

7 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    atomo37
     scrive: 

    gli operatori di telefonia mobile dovrebbero accettare un sistema del genere e linkarsi, secondo voi quanti operatori avrebbero voglia di essere baypassati da un sistema del genere? certo che il sistema è “da mondo dei sogni” ma non per il marketing delle grandi aziende di telefonia :)

  • # 2
    andrea
     scrive: 

    beh il fatto che il brevetto sia stato pubblicato solo a breve, mio caro, non è una cospirazione delle multinazionali, ma solo la prassi standard degli uffici brevettuali.Una volta depositato il brevetto, esso rimane SEGRETO per 18 mesi.
    fai due conti… ;)

  • # 3
    Tambu (Autore del post)
     scrive: 

    e allora è la data di presentazione del G1 che è sospetta :)

  • # 4
    Redvex
     scrive: 

    In italia un sistema del genere non cambierebbe comunque nulla dato il cartello esistente tra le varie compagnie telefoniche di cui quello tra tim e vodafone è fin troppo spudorato

  • # 5
    Mario
     scrive: 

    non penso che le aziende di telefonia ci mettano molto ad accordarsi per non farsi la guerra e guadagnare di più

  • # 6
    bidsmile
     scrive: 

    Vi segnaliamo il sito di aste al ribasso http://www.bidsmile.com , ottimo per risparmiare.
    7 crediti in omaggio alla registrazione

  • # 7
    secondavita
     scrive: 

    mi ricorda l’idea sentita tempo fa di dematerializzare la sim consentendo di averne parecchie nello stesso cell

    poi via app oppure OS addirittura selezionare con chi fare la chiamata attraverso Rules… (per numero, per orario, per location: Italia/Estero, ecc… )

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.