di  -  lunedì 30 giugno 2008

frontiers2Giunto ormai alla sua quarta edizione, Frontiers of Interaction IV si prepara ad accogliere i partecipanti di questa edizione a Torino (le prime tre si fecero a Milano), per parlare di interazione uomo-macchina.

Main focus di quest’anno saranno gli “spimes”, cioè l’internet of things che è ormai noto essere la “the next big thing” destinata a cambiare completamente il modo in cui vediamo e pensiamo alla rete.

Consiglio a tutti coloro che si troveranno dalle parti di Torino il 1 luglio di fare un salto a questa conferenza, che consente a tutti di ascoltare, gratuitamente, alcuni tra i designers, sviluppatori e pensatori più interessanti sull’attuale scena mondiale.

La conferenza dell’anno scorso la ricordo come una delle più stimolanti del 2007, assieme a Le Web 3 di Parigi, per la densità e la qualità degli interventi. Da Frontiers solitamente si esce storditi, scossi e un po’ sbronzi. E’ come aprire per un attimo una finestra sul futuro, e poter guardare come sarà internet, il mobile, il design, l’architettura, ecc. tra qualche decennio.

Tra i relatori di quest’anno spicca Bruce Sterling, che parlerà di come la fantascienza inizi a diventare in certi ambiti realtà, Fabrizio Capobianco che parlerà del suo Funambol e della sua storia di successo in USA, Luca Mascaro che introdurrà concetti legati all’interazione naturale con device mobili.

Insomma, una giornata ricca di interventi ed incontri a cui ci si può iscrivere direttamente su Upcoming .

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.