di  -  mercoledì 3 luglio 2013

Chi ha avuto la fortuna di attraversare il periodo che va dagli anni ’80 fino alla prima metà dei ’90 attingendo al mondo dell’informatica ha potuto godere di un’esperienza irripetibile, nel pieno impulso pionieristico che ha reso il computer un elemento domestico, familiare, che permea ormai l’esistenza nostra e dell’intera società in cui viviamo.

E’ in questo contesto che s’inquadra l’operato di un’azienda che non ha certo bisogno di presentazioni: la beneamata Commodore, che ha contribuito in maniera preponderante, a mio modesto avviso, a tutto ciò, forte anche del pensiero e l’azione di quel grande uomo che fu Jack Tramiel, grazie alla volontà di voler portare il computer alle masse; a tutti.

Purtroppo, come sappiamo, questa grande azienda andò in bancarotta nel ’94 (o sarebbe meglio dire che fu fatta affondare dai suoi due presidenti dell’epoca, stancatisi del giocattolo che avevano spremuto fino all’osso), lasciando un grande vuoto che non è mai più stato colmato.

Di ciò rimane, dunque, soltanto un ricordo, un forte ricordo che non è possibile cancellare, poiché troppo grandi sono state le emozioni, la meraviglia per quelle favolose macchine con le quali abbiamo passato tantissime ore felici e spensierate.

In quell’epoca internet era ancora relegata puramente all’ambito militare e accademico, e di conseguenza l’edicola rappresentava il punto di riferimento per chi voleva acquisire avidamente informazioni su quelle diaboliche macchinette che fra colori, suoni, e joystick per lo più con un solo tasto ci offrivano tanto spasso.

La vetrina, lo ricordo ancora come fosse oggi, era un carosello di immagini spettacolari piazzate opportunamente sulle copertine per attirare immediatamente lo sguardo dei ragazzi e ragazzini che, se avessero potuto, avrebbero svaligiato nottetempo il negozio per accaparrarsi l’intero scaffale, tanto grande, varia, e invitante era l’offerta disponibile all’epoca.

Riviste come Commodore Computer Club, MC MicroComputer, Commodore Gazette, Chip, Bit, ma anche la gloriosa ZZap!, e poi a seguire The Games Machine, Computer+Videogiochi, K, Z, ecc. hanno letteralmente lasciato il segno per la quantità e la qualità del materiale che mettevano a disposizione, riducendo i lettori alla stregua del cane di Pavlov che ha appena ascoltato il suono del campanello…

Nell’era di internet che consente, nel bene e nel male, di arrivare all’informazione in tempi velocissimi e costi praticamente nulli, sfortunatamente tutto ciò è andato perduto.

O almeno lo era, finché la scorsa settimana, dopo una lunga gestazione, ha finalmente visto la luce il primo numero di una fanzine (rivista realizzata da appassionati di un determinato settore) che ha la pretesa di far rivivere quei tempi e quelle emozioni, in barba al tempo che aveva ormai seppellito tutto.

Parlo di Commodore Fan Gazette, una rivista non a scopo di lucro e gratuita che potete scaricare da questo sito scegliendo fra il formato a bassa definizione e quello ad alta (che, tra l’altro, è già pronto per la stampa di qualità).

Si tratta di un progetto editoriale che, pur essendo opera di appassionati, è frutto del lavoro di professionisti che spaziano dal campo dell’informatica a quello della grafica, impaginazione, ed editoria. I contenuti parlano da sé.

Lo stile potrà sembrare un po’ rude in alcuni tratti, ma non è fine a se stesso, ed è, anzi, volto a cercare di riprodurre quell’atmosfera goliardica che si respirava leggendo pagina dopo pagina. Ne sa certamente qualcosa chi ha avuto la possibilità di leggere Zzap!, per l’appunto, o le pagine dei mitici Bovabyte su The Games Machines…

Non rimane, pertanto, che invitarvi a una buona lettura, tuffandovi nuovamente in quel fantastico mondo, e rimanendo in attesa della pubblicazione del secondo numero che arriverà fra qualche mese.

26 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    KONEy
     scrive: 

    …Potrei mettermi a piangere dopo aver letto questo post ^_^

  • # 2
    Sisko212
     scrive: 

    io lo stò già facendo !!! ;-( ;-(;-(;-(;-(;-(;-(;-(;-(;-(;-(

  • # 3
    Tony73
     scrive: 

    Chiamatemi pure nostalgico, tanto non mi offendo (anzi), ma una volta i computer ti trasmettevano magia, un qualcosa che oggi non esiste più. Anche le riviste avevano lo stesso effetto su di me, ogni volta che vedevo Zzap! in edicola mi brillavano gli occhi, anche perchè nei primi 10-15 numeri ne arrivava 1 solo in edicola e nelle altre della mia città non arrivava neanche!

    Adesso mi appresto a leggere questa fanzine, spero di ritrovarci un pò della magia di allora..

  • # 4
    Sisko212
     scrive: 

    Caro Tony,
    Temo che la magia non fosse tanto nella macchina in sè, quanto in noi.
    Quando smanettavamo con i C=64, Spectrum, Amiga, Atari, eravamo giovani entusiati della vita, e da ignoranti (nel senso che non avevamo conoscenza), il vedere una macchina che mostrava a video qualcosa di animato, e mai visto prima da altri dispositivi, secondo i nostri comandi, regalava quell’alone che ora noi ricordiamo come “magia”.
    Oggi, ovviamente, i nativi digitali sono cresciuti con questa roba e non si meravigliano più di queste cose perchè sono acquisite, ma a noi, che abbiamo cominciato a fare i capelli bianchi, ogni tanto cerchiamo ancora un pò di quella spensieratezza passata, tirando giù dalle soffitte le vecchie glorie, ridandogli un pò di vita facendo ancora una volta scorrere la corrente in quei vecchi circuiti.
    E per quelli di noi che nel frattempo sono diventati un pò più esperti, magari cercando di interfacciare l’uscita audio del nostro pc all’ingresso cassette del nostro amato compagno di giovinezza.

  • # 5
    Sisko212
     scrive: 

    E tanto per restare in tema…
    guardatevi anche questa:
    http://archive.org/details/starcade
    La trasmissione ad indirizzo ludico (oserei dire nerd), sorella di Computer Chronicles.

  • # 6
    Sisko212
     scrive: 

    E se posso permettermi, un altra fanzine che penso interessante è questa:
    http://www.jurassicnews.com

  • # 7
    Tony73
     scrive: 

    Sisko hai ragione, però ho avuto la fortuna di avere queste “trappole” (come le chiamava mia madre) tecnologiche sin dalla fine degli anni ’70, mio fratello maggiore aveva l’Atari 2600 e il clone del magnavox, quindi mi feci le ossa gia da piccolo. Ma quella sensazione di qualcosa di nuovo lo ho avuto col Vic-20 prima e sopratutto dopo col 64. Col Vic la cosa che mi “impressionò” fù sicuramente la tastiera; mi pareva che con essa si potesse davvero aprire le porte di un mondo nuovo.. poi col 64 oltre le porte ho visto (e sentito) davvero un mondo nuovo!

    Il resto è storia.

  • # 8
    Marco
     scrive: 

    Visto che non è ancora stata citata:

    http://www.commodorefree.com/issues.html

    il top delle fanzine commodoriane, la pietra di paragone.

  • # 9
    Vic-20 lover
     scrive: 

    @Marco
    Bello ma commodorefree in confronto al giornale in italiano segnalato nel post sembra una roba fatta in fretta da un bambino delle elementari…

  • # 10
    Marco
     scrive: 

    @Vic-20 lover
    Per il layout andiamo sui gusti personali (io continuo a preferire Commodore Free), ma per me averla in formato D64 è impagabile :-D

  • # 11
    Ciotto
     scrive: 

    Ma quali gusti personali Marco??? Non si può sentire!
    Dire che sia meglio il layout di commodorefree rispetto a quello di commodorefangazette è oggettivo come dichiarare che Rosy Bindi è più bella di Megan Gale!
    Comunque il formato d64 è impagabile sì! :D

  • # 12
    Gianni
     scrive: 

    Quando ho visto il video sul sito della rivista mi sono messo a piangere come un bambino…
    Questa cosa è bellissima, grazie di cuore.

  • # 13
    Sisko212
     scrive: 

    dai ragazzi… smettetela con questi flames delle fanzine…
    Non vorrete mica ricominciare le diatribe C64/Spectrum, Amiga/Atari ???
    Non siamo diventati un pò troppo vecchi per queste cose ?

  • # 14
    Rogno8bitbot
     scrive: 

    @Sisko212
    Hai ragione, tanto ormai s’è capito tutti che lo Spectrum al Commodore 64 gli faceva mangiare la polvere: il BASIC era migliore, la palette cromatica aveva lo stesso numero di colori e il processore viaggiava tre volte più veloce!!!
    E adesso voglio proprio vedere se qualcuno ha ancora il coraggio di scrivere che non è vero…
    Tsk

  • # 15
    Sisko212
     scrive: 

    Bha… siete bambinoni peggio dei vostri figli :-D :-D
    Se proprio volete ricominciare a flammare leggetivi e fatevi due risate con questa:

    http://www.alfonsomartone.itb.it/rqftcg.html

    L’autore, alla fine la prende troppo sul serio, però è divertente lo stesso. :-D :-D

  • # 16
    vic-20 lover
     scrive: 

    @ Rogno8bitbot
    Ma davvero siete ancora lì?
    Il Commodore 64 allo Spectrum gli rompe il deretano punto e basta!
    E con quello che c’è scritto su http://www.alfonsomartone.itb.it/rqftcg.html non ci gratti nemmeno la panza! Capito Sisko212?
    Gli spectrumisti li credevo estinti… AVETE PERSO!

  • # 17
    Sisko212
     scrive: 

    Ha hahahahaha non ci posso credere… ma dai… non ditemi che fate sul serio !!! ditemi che state scherzando… non starete veramente facendo una flame-war per una roba del tipo C=64 vs Zx Spectrum !!!!
    Io poi non avevo nessuno dei due… io avevo un Atari 600 XL, solo perchè era quello che costava meno di tutti… credo di essere stato l’unico in italia ad averlo…

  • # 18
    GinoPilotino
     scrive: 

    @Sisko212
    La guerra degli 8 bit tra C64 e ZXSpectrum è stata la più sanguinaria della storia dell’informatica e non credo che possa mai finire… Vedrai se insisti quanti ne saltano fuori! :)

  • # 19
    Giacomo
     scrive: 

    Grazie a Cesare per la segnalazione.
    Per quanto mi riguarda ho snobbato il vecchiume a 8 bit per esordire con un fantasmagorico Amiga.
    Sessantaquattristi e spectrumisti… tiè! :D

  • # 20
    Cesare Di Mauro (Autore del post)
     scrive: 

    Eppure, Giacomo, l’era a 8 bit ci ha regalato delle autentiche perle, che ogni tanto amo rispolverare. :)

    I prossimi numeri di Commodore Fan Gazette ne riporteranno alla luce delle altre. 8-)

  • # 21
    Giacomo
     scrive: 

    Io dell’era 8 bit adoro i coinop :)

  • # 22
    Sisko212
     scrive: 

    Già…. le sale giochi erano bellissime con tutti i cabinati e tutte le luci colorate… e tutte le musichette e gli effetti sonori a 8 bit che ne uscivano… e gli schizzati come noi che c’andavamo… in realtà è solo perchè s’era più giovini !

  • # 23
    Michele
     scrive: 

    I suoni delle sale giochi anni 80..
    http://audio.textfiles.com/sounds/ARCADEAMBIENCE/

  • # 24
    Cesare Di Mauro (Autore del post)
     scrive: 

    Peccato che siano raggruppati. Avrei preferito file singoli da godermi separatamente.

    Anch’io ho passato PARECCHIE ore in sala giochi. Prima al bar, perché non esistevano le sale; infatti soltanto qualche bar, nel ’75-76, iniziò a importarne qualcuno a cui giocavo ogni tanto (ho iniziato a 4 anni). Qualche anno dopo esplose il fenomeno e iniziarono ad aprire le sale giochi.
    Ricordo ancora quando il gestore a volte mi buttava fuori a calci nel sedere (non scherzo!) perché ci stavo troppo tempo con 100 lire, e non facevo giocare gli altri. :D

    Scusate l’OT. :)

  • # 25
    Sisko212
     scrive: 

    Belle le musichette… già ascoltando le varie versioni, fatte nei diversi anni ’80 si riesce a capire l’evoluzione dei chip audio :-) molto semplici i suoni di arcade.mp3 registrati nel 1980, un pò più sofisticati quelli dell’83, e così via… sa molto della sala giochi di Flynn in Tron (quello del 1982)
    A proposito… questo fine settimana ho rimesso in funzione un vecchio Amiga 2000 regalatomi da una persona che lo stava buttando… fortunatamente la batteria tampone non ha fatto grandi danni… ad ogni modo poi mi sono intrippato con un vecchio game.. Wizball, chi se lo ricorda ?
    Ne hanno fatto anche un remake !!
    http://retrospec.sgn.net/game-links.php?link=wizball

  • # 26
    lucommodore
     scrive: 

    Wizball è Leggenda! :D

    http://www.youtube.com/watch?v=PTSUR3RHh9M

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.