di  -  lunedì 19 maggio 2008

Crazy Ants

Come ben sappiamo, le nostre apparecchiature elettriche ed elettroniche possono essere facilmente danneggiate da un sacco di fattori: dai pericolosissimi liquidi ai famigerati sbalzi di tensione, dagli urti inevitabili ai bambini vivaci. Però, da qualche anno, gli abitanti di Huston in Texas hanno iniziato ad avere paura di qualche cosa di diverso, insospettabile, una nuova minaccia per i loro computer: le formiche!

Per la precisione, una nuova specie di formiche, non nativa degli Stati Uniti, che molto probabilmente è arrivata in Texas su una delle numerose navi cargo che attraccano ogni giorno al porto di Huston. Questi insetti, ormai molto famosi, sono stati battezzati: “Crazy Rasberry Ants”. La denominazione Crazy, pazzo, deriva dal fatto che si muovono in cerca di cibo in maniera disordinata, imprevedibile; cosa alquanto inconsueta per questi animaletti che, solitamente, si muovono sempre in maniera molto ordinata. Alcune “vittime” le descrivono come una grande quantità di zucchero di canna sparso sul pavimento. Rasperry arriva invece direttamente dal nome del loro scopritore, Tom Rasberry appunto.

La cosa drammatica, è che queste formiche sembra siano immuni ai comuni insetticidi che i texani usano in grandi quantità durante i mesi estivi umidi e caldi; e, come se non bastasse, i cadavere dei “soldati” morti a causa dei pochi insetticidi leggermente efficaci vengono usati dal resto della truppa come ponte/protezione per poter oltrepassare la superficie avvelenata.

Attaccano avidamente i circuiti elettrici e le apparecchiature elettroniche in generale, causando il blocco immediato di computer e il malfunzionamento di sistemi di allarme antincendio. Hanno distrutto svariate pompe della rete fognaria, invaso uffici, bloccato contatori del gas (cosa positiva) e destabilizzato impianti vari. Inoltre, sono state viste perfino nelle vicinanze del centro aerospaziale NASA e all’Hobby Airport dove, per fortuna, non hanno ancora creato problemi.

Il problema principale, secondo quanto dichiarato dagli studiosi, è che ogni colonia è formata da più regine (non da una sola come nelle colonie tradizionali) che devono essere tutte uccise per disperdere il resto degli insetti. Comunque, a parte tutto, non si è ancora capito perché abbiano questa passione per l’elettricità.

Ecco il video: http://www.breitbart.tv/

Fonte: DailyTech

6 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Enrico
     scrive: 

    Ecco perché AMD è in crisi da un po’ di tempo a questa parte :-D

  • # 2
    righe90
     scrive: 

    waw, affascinanti queste formiche!!

  • # 3
    ardelo
     scrive: 

    Le formiche e le zanzare sono gli esseri più insulsi presenti sulla terra…Gli unici che ne traggono un vantaggio sono le aziende di pesticidi… (adesso arriverà l’animalista di turno che mi dirà che sono fondamentali per la catena alimentare ecc ecc ecc…ma finchè continuano a girare sulla mia scrivania non cambierò idea..)

    “e, come se non bastasse, i cadavere dei “soldati” morti a causa dei pochi insetticidi leggermente efficaci vengono usati dal resto della truppa come ponte/protezione per poter oltrepassare la superficie avvelenata.”
    In Gears of War 2 si potrà fare una cosa simile a quanto pare…Che copioni alla Epic..

  • # 4
    HomerJS
     scrive: 

    Che ridere! Formiche antimacchine ribelli! Sono una generazione di formiche venute dal futuro, per eliminare la possibilità che le macchine possano prendere il sopravvento sull’intelligenza umana… LOL

  • # 5
    battagliacom
     scrive: 

    “[…] bloccato contatori del gas–>(cosa positiva)

  • # 6
    Lucius
     scrive: 

    Devono essere le formiche di Rudy Rucker…

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.