di  -  lunedì 15 ottobre 2007

Internet Explorer 7Una notizia che personalmente mi ha molto sorpreso è stata la recente decisione di Microsoft di lasciar aggiornare, anche gli utenti di copie contraffatte del suo Windows XP, alla nuova versione del popolare browser di casa Microsoft: Internet Explorer 7. Infatti, giusto pochi giorni fa, mi chiedevo cosa spingesse gli utenti del web a continuare ad usare ancora l’antiquato ed insicuro Internet Explorer 6, forse questo il motivo per cui, anche Microsoft, si è decisa a prendere le misure per consentire una più sicura navigazione ed una spinta all’innovazione del web, pur a suo discapito.

La decisione però, a mio avviso, deve pur avere qualche interesse egoistico da parte della casa di Redmond, e personalmente riesco a trovarne uno: in base alle statistiche da me rilevate su alcuni siti campione italiani, sembrerebbe infatti che il browser attualmente più utilizzato continui ad essere Internet Explorer, alla versione 6, seguito a ruota da Mozilla Firefox, laddove, in altri paesi del continente, la situazione, a detta di molti, sembrerebbe inversa. Infatti, considerando il nostro paese, la decisione potrebbe essere stata presa per evitare che l’utenza “non a regola” di Internet Explorer, per interessi di sicurezza e/o di innovazione, possa passare, come avvenuto già altrove, alla concorrente Mozilla. Nei paesi d’oltreoceano, infatti, il motivo a spingere Microsoft potrebbe essere stato, al contrario, quello di recuperare parte dell’utenza Mozilla. In entrambi i casi, infatti, credo che la mossa di Microsoft sia stata di convenienza e non solo, come dichiarato ufficialmente sul suo blog, per la sicurezza di utenti a cui nulla sarebbe dovuto in quanto non legittimi titolari del sistema operativo.

Fino a qualche giorno fa, infatti, gli utenti di copia non autentica, nel download di Internet Explorer 7, incontravano l’ostacolo del Windows Genuine Advantage, la protezione di Windows XP introdotta ormai già da alcuni anni. Ad oggi tale blocco, come dichiarato, sembra sia stato rimosso.

8 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Zawa
     scrive: 

    Personalmente uso la 6 perchè la 7 mi crea problemi col programma che uso per lavoro.
    So che la versione 7 è molto più moderna e FireFox-style, ma raggiungerà mai la versatilità di firefox?
    Estensioni, temi etc etc?

  • # 2
    SGr33n (Autore del post)
     scrive: 

    Estensioni e temi dubito fortemente ma l’antialiasing di IE7 è fatto davvero benissimo, penso sia l’unica cosa che manchi a firefox.

  • # 3
    †.:Armageddon:.†
     scrive: 

    XD Microsoft che se la frena con i pirati??? ma andiamo è la solita cavolata di bill gates per farsi vedere bello muhauh la mia opinione è troppe crack in giro e tanto valeva togliere il WGA XD che boiata

  • # 4
    brooks
     scrive: 

    utonto normale continuera a usare explorer nella versione 6 o 7 . I miei amici si ostinano a usare explorer anche se mi sono fatto promotore di firefox . Comunque e’da un bel po che si puo’ installare explorer senza wga e la proccedura non e’ troppo difficile

  • # 5
    Guitar
     scrive: 

    Mi sembra invece che rientri nella stessa filosofia per cui gli aggiornamenti di sicurezza sono comunque garantiti, e non c’è dubbio che IE7 è molto più sicuro di IE6.

  • # 6
    Giogio97
     scrive: 

    Dopo la figuraccia con la backdoor definita come autoaggiornamento obbligato di winupdate dovevano pure riprendere il controllo dei sistemi operativi pirata no?!
    E allora cosa c’e’ di meglio che permettere di aggiornare IE, il software che si affaccia a Internet e quindi il punto di ingresso primario per eccellenza per qualunque nuovo codice di controllo che M$ voglia installare sulle macchine pirata?
    Ma dopo tutti questi anni ancora non avete capito come funzionano le cose a Redmont?!

  • # 7
    Tudhalyas
     scrive: 

    WGA o non WGA, la cosa non mi tange: Firefox a vita!!!

  • # 8
    Pagare Windows per cancellarlo al primo avvio del sistema - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] paga in certi casi è meglio di un cliente che passa alla concorrenza e Microsoft ha dimostrato di conoscere bene questa regola non scritta in diverse […]

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.