di  -  martedì 4 marzo 2008

china firewallLa Cina oltre ad avere la bellissima Grande Muraglia ha ormai da anni anche un’ottimo “Grande Firewall”, che consente da tempo allo Stato di monitorare in modo estremamente preciso il traffico dati dalla e verso la Cina.

È curioso rilevare che un insieme di fattori rende questi blocchi contemporaneamente facili e difficili da eludere, di fatto soffocando la popolazione e favorendo la disinformazione che il regime impone. È errato ritenere che internet si libero ovunque e dappertutto porti un affidabile strumento di lotta contro le dittature: purtroppo non è così.

È infatti facile bypassare i blocchi impostati dal regime liberticida semplicemente usando un proxy. Molti siti ritenuti “offensivi” vengono bloccati e non sono più raggiungibili dalla Cina. Tuttavia è sufficiente connettersi ad un server fuori dalla Cina e, da questo, navigare liberamente il web, inclusi i siti bannati.

In realtà la Cina è connessa al resto della rete internet con pochi cavi in fibra ottica, che possono essere molto facilmente controllati. Grazie all’aiuto della multinazionale Cisco, infatti, il Governo Cinese ha installato un enorme quantità di router capaci di monitorare tutto il flusso di dati in ingresso ed in uscita da questi “pochi” cavi che collegano la Cina al resto del mondo.

In altre parole, è facile riuscire a vedere un sito proibito, usando un proxy, ma ci si espone al grosso rischio di poter essere “beccati” dal Governo.

Un sistema congegnato in questo modo rende davvero molto facile effettuare il “mirroring” delle connessioni “sospette”, analizzarne in tempo reale il contenuto e prendere i “provvedimenti” del caso: oscuramento del sito o prigione ad oltranza sono solo due delle tante possibilità.

È un sistema estremamente semplice ed anche tragicamente efficace che, per ora, riesce molto bene a controllare la rete internet nazionale. Col progresso delle tecnologie e con l’aumento delle connessioni, nei prossimi anni sarà difficile mantenere questo livello di “efficienza”, ma per ora la situazione è questa.

6 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    dantes76
     scrive: 

    Non vorrei, ma sembra…

    dico a mettere il link al sito, per provare quali siti siano bloccati dal firewall cinese..no?

    http://www.greatfirewallofchina.org/

    la coincidenza vuole.. che nessun articolo come questo, e in questi giorni, riportato da altri siti riporta il link al sito per testare i siti bloccati in cina… ca fussi un copia e incolla..?

  • # 2
    Francesco Federico
     scrive: 

    Hai ragione. Ho volutamente scelto di non riportare il link perchè da giorni il sito risulta non utilizzabile e non è dato sapere quando toernerà operativo.

    Ti ringrazio in ogni caso per la tua segnalazione, nel caso il sito dovesse tornare a funzionare è utile a tutti conoscerne l’URL.

  • # 3
    dantes76
     scrive: 

    Figurati, niente di personale, ma e da qualche anno, che martello le redazioni sia del corriere che de larepubblica,
    per una cosa irritante, non mettono mai i link nei loro pezzi, scrivono fior di articoli, sulla pizza della sora lella, parlano del sito del sito della sora lella.. ma del link al sito della sora lella manco l’ombra ^^

  • # 4
    A Cuba si potranno vendere computer e televisori! - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] i tanti vantaggi anche quello di fornire un utilissimo strumento di lotta per la libertà, anche se non sempre così efficace come si pensa ma, pur sempre, meglio dell’isolamento […]

  • # 5
    BayWords: arriva il network di blog (quasi) senza censura - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] Il quasi è dovuto al fatto che The Pirate Bay ha i server e gestisce le proprie attività in Svezia. Il limite è quindi dato dalle leggi in vigore in questo paese, ma certamente chi vive in paesi come Cina, Egitto, Arabia Saudita & Co. troverà interessante il servizio (anche se dovrà stare attento a non farsi beccare in altro modo). […]

  • # 6
    China Channel: un plugin per scoprire quanto è censurato Internet in Cina - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] noto e come tempo fa avevo detto , in Cina è in vigore un sofisticatissimo sistema di censura della rete che impedisce connessioni […]

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.